Banshee Dispatcher: 10 for the Chairman – Special Edition

Pochi giorni fa, il 21 settembre per l’esattezza, è uscita un’edizione speciale di 10 for the Chairman  dove Chris Roberts, affiancato dal Character Art Director Josh Herman, affronta il tema della personalizzazione dei personaggi e dei volti in Star Citizen. Poteva mancare la traduzione by Puredust delle domande rivolte a Roberto Spazio e socio? Ovviamente no!

 

Q: La customizzazione facciale sarà statica e potrà scegliere tra preset di facce o potremo manipolare certi aspetti usando la morfologia?

A: Sarete in grado di partire da un tipo di testa che vi piace e da lì cambiare colore della pelle e degli occhi, capelli, e alcune alterazioni minori della forma fisica.

Q: Come saranno modificabili i capelli?

A: Saranno abbastanza modificabili , potrete scegliere da un insieme di stili e cambiare il colore, ma non sarete in grado di alterarne la forma specificamente.

Q: Sarò in grado di riprodurre un ritratto di me stesso nella creazione del personaggio?

A: Dovresti essere in grado di arrivarci abbastanza vicino

Q: Quanto tempo ci vuole per modellare il volto di una persona nel gioco?

A: Un lungo processo iterativo che si intende per due ore solo per la scansione di base del viso, più tutto il lavoro di post-elaborazione che ha a che fare con dati, mappe e shaders multipli

Q: Sarà possibile avere le facce dei backers in game?

A: Hanno considerato l’idea, ne hanno parlato ma è ancora da decidere. Vogliono avere tutti i personaggi con lo stesso livello di fedeltà di tutti i personaggi principali e la fotogrammetria casalinga potrebbe non dare informazioni e textures all’altezza degli standard di qualità di cui hanno bisogno.

Q: Quando saranno implementate le nuove ?

A: Non nella 2.5, ma saranno implementate iterativamente lungo il percorso. Ci siamo molti vicini.

Q: Che qualità delle facce vedremo sui nostri personaggi, su gli NPC e su gli altri players?

A: Quello che avete visto nel “Morrow Tour” dimenticate quella qualità perché sono avanzati con la fedeltà. Hanno dei tier 0,1,2,3 per i personaggi e il personaggio che avete visto in “Pupil to Planet” era un tier 2. Un personaggio di tier 2 o 3 può sostenere un personaggio di tier 0 perché sono i piccoli dettagli e le animazioni che rendono un personaggio di tier 0 o 1 così dettagliato. Il tier più basso è a 10mila poligoni mentre il più alto a 40mila, ma il tier di maggiore qualità permette all’intera gamma delle emozioni degli attori come Mark Hamill, Gary Oldman , Mark Strong di essere mostrata in gioco ed è per questo che loro sono un tier 0 e altri tier 1,2 e 3.

Q: Le animazioni si adatteranno al tuo personaggio mentre diventa vecchio o recupera dalle ferite?

A: Stanno pianificando di fare animazioni specifiche per le lesioni perché vogliono che l’impatto di una ferita rifletta sulle animazioni del personaggio. E’ davvero una bella idea avere la locomozione di un anziano e dei più giovani così da poterti far muovere attraverso questi set ,ma non hanno ancora questi input

Q: Con l’aumentare della fedeltà del personaggio come pensate di mantenere il costo delle risorse basso?

A: Hanno fatto enormi passi avanti finora. Per esempio un personaggio pesava 300 megabytes in memoria ora si è abbassato a 30 e i joints di animazione sono passati da 1000 a 138. C’è ancora del lavoro da fare , ma stanno lavorando ad altri modi per abbattere ulteriormente i costi senza perdere fedeltà

Q: Quale approccio per la progettazione dei personaggi sta usando Star Citizen? Quello tradizionale dove si può scegliere tra dei preset o essere in grado di modificare i vertici all’interno di alcuni range o un approccio completamente nuovo?

A: Un mix di tutti e due, si inizia con preset di facce e si potrà scegliere volto, colore dei capelli, colore degli occhi, ecc e poi mixarli e abbinarli con una combinazione di teste. Sarà possibile spostare delle cose ma non potrai portare altre mesh o altre informazioni del personaggio. (Black desert style)

Author: Zeff

Guild Master dei Banshee su diversi MMORPG, Lord Thorbenov ha gettato le basi del clan assieme ad una manciata di altri "Veterans" partendo dai mitici Bright Shields di Warhammer Online. Spammer di professione, lurker per vocazione, scrive news sul portale BSE portando imbarazzo in tutta la community.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.